Home Food Montecastrilli si affida ad Ansat per una promozione del turismo di ampio...

Montecastrilli si affida ad Ansat per una promozione del turismo di ampio respiro

222
0

MONTECASTRILLI – La campagna umbra con i suoi paesaggi da cartolina, l’enogastronomia e artigianato. Non ha i grandi attrattori del turismo di massa, ma questi tre aspetti collocano di diritto Montecastrilli, in Umbria, tra quelle realtà più piccole di un’Italia ancora tutte da scoprire. L’amministrazione comunale sta lavorando con lungimiranza intorno alla creazione di un’identità del territorio, spendibile a livello di promozione turistica. E’ in quest’ottica che il Comune, come altri stanno facendo nel resto d’Italia, ha aderito all’Ansat, l’Associazione nazionale sviluppo attività e territori che, tra i suoi servizi alle amministrazioni comunali, propone la promozione del turismo, la valorizzazione del territorio, dei suoi prodotti tipici ed enogastronomici. Una promozione che si sviluppa su più fronti: dalla conoscenza dei singoli territori sino alla loro messa in rete nel portale nazionale del turismo.

”Investire nel turismo in una realtà dalle caratteristiche come la nostra, che non ha grandi attrattori, puntare su iniziative che non siano solo a ”spot” ma più articolate e a lungo termine, è difficile – spiega l’assessore al turismo Claudia Sensini – per questo abbiamo aderito all’associazione perché il progetto, le competenze e le professionalità di Ansat ci consentono di dare sistematicità all’offerta turistica e di entrare in un circuito più ampio di promozione del nostro territorio.  Un territorio che si caratterizza per enogastronomia e artigianato. Una combinazione che abbiamo ritrovato nell’offerta di Ansat e per questo abbiamo abbracciato con grande entusiasmo il progetto con la certezza di avere delle risposte per i cittadini e per il territorio”.

Di recente il Comune ha partecipato a un bando regionale nel quale ha presentato progetti di scoperta e valorizzazione del territorio attraverso percorsi a cavallo, a piedi o in bicicletta. ”Abbiamo cercato di riunire in un pacchetto alcuni percorsi, mirati su attrattori come una chiesa romanica, i borghi, il tratto della via Amerina a Castel dell’Aquila, un percorso geologico – aggiunge l’assessore Sensini – e poi abbiamo presentato un’offerta per il turismo esperienziale con visite alla cantine, al frantoio, alle fattorie alle attività zootecniche. L’obiettivo è far conoscere il territorio e scoprire e valorizzare, in un’ottica di economia circolare, le attività che ci sono”.

L’assessore Sensini ci tiene a sottolineare che il turismo su cui punta Montecastrilli è di nicchia e anche spirituale.  ”Siamo uno dei cosiddetti territori minori  ma dalle grandi potenzialità per qualità della vita e rapporti umani – dice con orgoglio – anche grazie alla collaborazione con la Pro Loco stiamo lavorando su obiettivi comuni per dare a questo territorio un’identità da valorizzare, sviluppare sostenere e custodire”.