Home Cultura Mielinumbria, la nuova formula piace: raddoppiate le presenze, pienone per corsi e...

Mielinumbria, la nuova formula piace: raddoppiate le presenze, pienone per corsi e laboratori

91
0
FOLIGNO – La nuova formula di Mielinumbria ha funzionato, ed il bilancio finale – nonostante un week end con condizioni meteo decisamente avverse – è estremamente positivo, oltre le migliori aspettative. Le presenze complessive sono più che raddoppiate rispetto alle precedenti edizioni, la ‘sezione junior’ ha colto nel segno, con laboratori e percorsi ludici che hanno attivamente coinvolto i più piccoli, basti pensare che sono stati regalati circa mille libri per bambini, sul mondo delle api e del miele. Particolarmente soddisfatti anche gli espositori, che tra degustazioni e vendite hanno sostanzialmente finito tutta la merce proposta, con la necessità di ricorrere persino ad ulteriori rifornimenti. Altra novità che ha colto nel segno, è stata quella dei ‘mini corsi da sommelier del miele’ con circa 400 degustazioni, guidate da un esperto in analisi sensoriali, tanto che – sottolineano gli organizzatori – sono stati inseriti ulteriori appuntamenti. Partecipati e coinvolgenti gli showcooking che hanno proposto ricette e menù esclusivamente dedicati all’utilizzo del miele. Apprezzati anche gli allestimenti tematici della corte di Palazzo Trinci, realizzati utilizzato esclusivamente materiali riciclati, biodegradabili e riciclabili. Esaminando le presenze, si evidenzia che, oltre ad un pubblico di settore e in qualche modo ‘addetto ai lavori’, questa edizione di Mielinumbria è riuscita a coinvolgere anche la cittadinanza, con presenze dal resto dell’Umbria e da fuori regione, catturando inoltre l’interesse degli operatori nel settore dell’agroalimentare delle tipicità e di qualità. “Anche come amministrazione comunale siamo soddisfatti di questo rilancio di Mielinumbria, che avevamo chiesto, ed al quale abbiamo garantito la massima collaborazione – ha detto Michela Giuliani, assessore al Commercio ed Agricoltura – il salto di qualità è stato fatto, ed anche sul fronte delle presenze i dati parlano di un riscontro concreto e significativo. Abbiamo già dei progetti per la prossima edizione, e siamo pronti a rimetterci al lavoro, per farne un evento sempre più importante e strategico nell’ambito della tutela e della promozione delle eccellenze del territorio”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here