Home Arte L’arte di Alfonso Talotta si sposa con il design, in mostra a...

L’arte di Alfonso Talotta si sposa con il design, in mostra a Milano grazie al progetto di “Gervasoni 1882”

427
0

L’arte di Alfonso Talotta si sposa con il design. La raffinatezza e l’uso del colore sono stati la molla che ha spinto lo Studio di Design Beatrice Rossetti di Milano a scegliere i suoi lavori per il progetto del brand “GERVASONI 1882”, noto marchio di arredi di design Made in Italy.

Nell’ambito dell’iniziativa dal 21 maggio saranno esposte tre opere dell’artista viterbese,  “Generatore”, 2001, ceramica e acrilico su juta verde su tavola, cm. 100×50, “Compenetrazioni”, 2014, olio su tela tamburata, cm.65×100, “La pelle della pittura”, 2016, olio su tela tamburata, cm.70×100.

La showroom del brand “GERVASONI 1882 è situata a Milano, in via Durini, nel pieno della Design District dove sono collocati molti dei maggiori brand italiani di arredo. Lo studio di design è diretto da Beatrice Rossetti, giornalista e stylist affermata, di radici milanesi, consulente free-lance per Aziende del settore arredamento in prevalenza, ma non solo.

Per quanto riguarda l’Azienda “GERVASONI”, fondata nel 1882, è arrivata alla terza generazione della famiglia, con Giovanni e Michele Gervasoni.

“Passione per il bello e fatto ad arte, cura per il dettaglio, uso dei materiali lavorati con maestria e suggestioni di luoghi vicini e lontani – si legge in una nota – restano i segni distintivi dei prodotti Gervasoni. La collaborazione con i designer tra i più quotati garantisce la qualità estetica dei prodotti e la continua sperimentazione di nuovi materiali. La sede produttrice si trova a Pavia di Udine, 40.000 mq con 90 dipendenti e con le proprie collezioni distribuite in oltre 70 Paesi nel mondo”.

Le opere di Alfonso Talotta, all’interno del suddetto progetto, saranno esposte fino a settembre 2021.

Apertura e orari: lunedì dalle 15.00 alle 18.30, da martedì a sabato: 10.30/14.00 – 14.30/18.30. Domenica chiuso

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here