Home Food La pasta anche a Natale regina della tavola. Previsto un consumo di...

La pasta anche a Natale regina della tavola. Previsto un consumo di 70 milioni di chili, il 20% in più del 2019

122
0

Tra la Vigilia di Natale e il 6 gennaio gli italiani porteranno in tavola ben 70 milioni di kg di pasta, il 20% in più rispetto al 2019. E’ quanto emerge con un’elaborazione di Unione Italiana Food su dati Iri e Nielsen.

I pastai di Unione Italiana Food con l’aiuto dello Chef Simone Rugiati e del critico enogastronomico e speaker radiofonico Federico Quaranta, hanno ideato il big match: 8 ricette di pasta e una playlist musicale dal sound natalizio diverso, ma comunque autentico, come lo “Spaghettone con crema di riso allo zafferano, pepe serawak, pancetta affumicata” e la colonna sonora di Lucio Dalla “L’anno che verrà” e Frank Sinatra “Have yourself a Merry Little Christmas” oppure la “Mezzamanica di farro cacio pepe e crusca” con “Historia de un amor” dei Guadalupe Pineda o “Mary’s boy child” di Harry Belafonte (vd. Focus 1). Perché anche a Natale, la pasta suona bene.

Quale momento migliore per mettere in pratica, quindi, tutto quello che abbiamo imparato sulla pasta in questi ultimi mesi? L’invito dei pastai è di cimentarsi a Natale in cucina, con la pasta protagonista, con ricette che coinvolgono i 5 sensi all’insegna della tradizione tipica delle feste. Con uno sguardo all’innovazione, al recupero e all’anti spreco, per raccontare la versatilità della pasta e la voglia di sperimentare ai fornelli che gli italiani hanno dimostrato in questi mesi. Se infatti, in Italia l’amore per la pasta è solida tradizione – la mangiano tutti (98%) con 23,1 kg procapite annui – una ricerca Doxa/Unione Italiana Food rivela che, durante il lockdown, il 39% degli italiani ha preparato ricette più elaborate, il 34% degli italiani ha preparato ricette della tradizione e di famiglia, il 32% ha sperimentato “nuove ricette e nuovi metodi di cottura”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here