Home Arte Colosseo, dopo il restauro apre al pubblico la Casa delle Vestali

Colosseo, dopo il restauro apre al pubblico la Casa delle Vestali

48
0

Dopo il santuario di Vesta e dopo un lungo percorso restauro e studio, apre le porte al pubblico anche il complesso della Casa delle Vestali nel Parco archeologico del Colosseo e nel cuore del Foro romano.

Dal 6 luglio  il nuovo percorso di visita permetterà di scoprire il settore sud-orientale dell’Atrium Vestae, riportato alla luce da Rodolfo Lanciani nel corso degli scavi del 1882-1884 e da tempo chiuso al pubblico.

Ecco allora i riservatissimi appartamenti delle sacerdotesse, oggi spazio per un museo diffuso con alcune delle sculture rinvenute al Foro Romano alla fine del XIX secolo. Ritrovano il suo posto anche una statua di Vestale e quella che, secondo alcuni studiosi, raffigura Numa Pompilio, il secondo re di Roma cui è attribuita l’istituzione del culto del fuoco e la creazione del sacerdozio delle vergini sacre. E poi ancora tra gli ambienti restaurati, la stanza della macina in pietra lavica, dove – stando alla tradizione e in attesa di ulteriori verifiche – le sacerdotesse di Vesta confezionavano la mola salsa, la focaccia sacra offerta alla divinità in occasione delle principali festività e, secondo alcuni, distribuita in piccoli pezzi ai credenti, come atto di purificazione. Secondo altri, invece, veniva utilizzata per cospargere gli animali destinati al sacrificio, da cui il verbo “immolare”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here