Valorizzazione del patrimonio librario: a Macerata arrivano 335.000 euro di fondi europei

    273
    0

    Il Comune di Macerata è leader del progetto europeo ADRINETBOOK – Adrion Cultural Heritage Collections Network, presentato nell’ambito del bando INTERREG V-B  Adriatic-Ionian ADRION,  Programme Priorità Asse 2, un nuovo programma transnazionale che interessa l’area ricompresa nella Strategia macroregionale europea per l’area adriatica – ionica (EUSAIR).

    Il progetto è incentrato nella valorizzazione dei beni librari che attraverso sistemi di digitalizzazione saranno resi fruibili e messi a disposizione in una sorta di tour virtuale che coinvolgerà il patrimonio culturale e turistico di tutti i paesi coinvolti. Il finanziamento ottenuto è di 1.521.760,02 euro di cui  il budget assegnato al Comune di Macerata, interamente coperto dai fondi europei, è di 335.980,22 euro. 

    Grande la soddisfazione dell’assessore alla Cultura Stefania Monteverde che ha seguito il progetto: “Macerata in questi anni si è distinta per la cura e la promozione del patrimonio librario con tante attività e scelte politiche, dai festival dei libri alla nuova biblioteca. Oggi un altro tassello che ci rende orgogliosi. Abbiamo proposto un progetto europeo per la promozione di quel bene culturale che è il patrimonio librario, coinvolto sette grandi istituzioni europee, coordinato e ottenuto un milione e mezzo di euro per la valorizzazione della cultura europea e del suo patrimonio librario facendo nascere una rete di soggetti che potrà essere la base per ulteriori sviluppi e scambi. Siamo orgogliosi di Macerata che sa essere leader internazionale, capace di ideare progetti, intercettare fondi europei, promuovere l’intercultura. Grandi i complimenti dell’Amministrazione all’Ufficio Europa comunale  che ha coordinato il lavoro, e al personale della Biblioteca comunale Mozzi-Borgetti che ha contribuito con le idee per la valorizzazione del patrimonio.”

    Il progetto, che durerà 30 mesi, partirà ufficialmente il prossimo 2 marzo e coinvolgerà nelle attività 7 partner provenienti da 6 paesi diversi. Oltre al Comune di Macerata, infatti, sono coinvolti  ICCU – Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche (Italia), la Municipalità di Argirocastro (Albania), il Museo di arte contemporanea di Zagabria (Croazia), AGGRA – l’Agenzia per lo sviluppo rurale della contea di Zara (Croazia), la Biblioteca Nazionale della Serbia, il Centro di ricerca ed educazione Mansion Rakičan (Slovenia) e la Municipalità di Thassos (Grecia), partner associato la Regione Marche.

    Per il progetto Adrion  il Comune di Macerata in qualità di capofila ha il coordinamento dei partner internazionali e la rendicontazione delle spese di tutti i partecipanti. Le attività previste per il territorio di Macerata sono molto significative e vanno da quelle di networking e scambio di prassi per operatori del settore turismo a quelle di formazione per gli operatori della catalogazione e della digitalizzazione delle opere digitalizzate (con la supervisione dell’ICCU), e alla loro messa in rete attraverso una app per la condivisione, fino alla creazione e promozione di itinerari turistici in tutti i Paesi coinvolti per la conoscenza dei beni culturali. Tutte le attività saranno comunicate e fatte conoscere per il massimo coinvolgimento delle comunità dei vari Paesi.

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here