Home Ambiente Puliamo il mondo: nel week-end Legambiente chiama a raccolta i volontari in...

Puliamo il mondo: nel week-end Legambiente chiama a raccolta i volontari in tutt’Italia

79
0

Il coronavirus non ferma Puliamo il Mondo. Per tutto il week-end del 25-26-27 settembre, torna la storica campagna di volontariato ambientale organizzata dal 1993 in Italia da Legambiente. Puliamo il mondo chiamerà all’azione in tutta la Penisola tantissimi volontari e cittadini per ripulire dai rifiuti abbandonati strade, vie, piazze, aree verdi, ma anche spiagge e sponde dei fiumi, per lanciare insieme un messaggio di speranza e di futuro sostenibile al Paese duramente colpito nei mesi scorsi dalla pandemia.

Sostenibilità ambientale, impegno civile, senso di comunità e inclusione sociale, ma anche sport e attività fisica saranno le parole chiave al centro di questa 28esima edizione che sarà il primo grande appuntamento di volontariato ambientale nell’Italia uscita dal picco dell’emergenza Covid-19. Motto scelto per Puliamo il mondo 2020 sarà “per eliminare le tossine a volte basta un cestino. Fai l’attività fisica che fa bene a te ma anche all’ambiente”.

Tanti anche quest’anno gli appuntamenti in programma dal nord al sud Italia, tutti organizzati nel pieno rispetto delle normative anti-covid e che vedranno i volontari muniti di guanti, ramazze e mascherine. Bergamo, città simbolo della pandemia, Napoli e Borgo Cerreto, in provincia di Perugia, in Umbria, ospiteranno gli eventi di punta di questa edizione 2020.

Un week-end green e di impegno civile che unirà città, località marine e lacustri, piccoli comuni e aree montane: da Ravenna dove si ripuliranno dai rifiuti abbandonati diverse spiagge interessate dalla nidificazione del fratino a Pescara, da Roma a Torino a Cagliari, passando per Pisticci (Mt) e Pontecagnano (Sa), solo per citarne alcuni. E in questa edizione 2020 Puliamo il mondo amplierà il suo campo d’azione prevedendo anche la pulizia di diverse spiagge della Penisola – con l’iniziativa Spiagge e Fondali Puliti che quest’anno rientrerà in Puliamo il mondo – e di diversi lidi del Mediterraneo coinvolgendo 17 Paesi.