Home Food Il pampepato ternano vola a Bruxelles per ottenere la certificazione Igp

Il pampepato ternano vola a Bruxelles per ottenere la certificazione Igp

171
0

TERNI – Un percorso lungo ma pieno di soddisfazione quello che lo scorso 4 dicembre ha finalmente portato la documentazione presentata al Ministero delle Politiche Agricole per l’ottenimento della certificazione Igp agli uffici della Commissione Europea a Bruxelles.

Un altro tassello verso l’obiettivo che da più di 2 anni ha visto lavorare assieme più di 40 soggetti fra produttori e istituzioni: il raggiungimento della certificazione IGP per il Pampepato di Terni, prima certificazione di valorizzazione e tutela sul territorio e che oggi più che mai comincia a diventare realtà.

“Ci è voluto un po’ di tempo per mettere a punto il disciplinare di produzione, da quando a luglio è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, in modo di riuscire a coprire la maggior parte dei produttori del territorio. Ma adesso possiamo dire che abbiamo un disciplinare con tutti i crismi!” – Afferma orgogliosa la Presidente del gruppo Produttori Ivana Fernetti.

Adesso non ci resta che attendere le prime risposte da parte degli uffici di Bruxelles, per richiedere la “protezione nazionale transitoria”, ovvero la certificazione IGP nazionale, per cominciare a commercializzare un prodotto certificato, mentre la documentazione farà tutti i passaggi necessari a Bruxelles per ottenere definitivamente l’utilizzo del marchio IGP a livello europeo e internazionale.

Sono certa che solo continuando a lavorare duramente insieme forni, pasticcerie, istituzioni e associazioni, in primis Camera di Commercio e Confartigianato che ringrazio per il lavoro svolto, riusciremo a raggiungere il nostro obiettivo di portare a Terni la prima certificazione: il Pampepato di Terni IGP”- Dichiara la Presidente Fernetti – “Questa certificazione più che per noi produttori, è per tutto il territorio. Terni merita di essere riconosciuta per le sue eccellenze; come imprenditrice e cittadina sono veramente orgogliosa del lavoro fatto finora. Ci manca ancora un po’ ma cominciamo a vedere la luce, sono molto fiduciosa del risultato”- Conclude la presidente.

Questo risultato è la dimostrazione che quando un territorio si muove unito verso un obiettivo, anche le mete più ambiziose si possono raggiungere a beneficio di tutti” – Aggiunge a questo proposito il Presidente della Camera di Commercio Giuseppe Flamini.

Il prossimo appuntamento del 2020 per il pampepato di Terni, sarà la seconda edizione del Festival “Terre di San Valentino” previsto dal 13 al 16 febbraio, nel quale verrà dato risalto a questo dolce tipico denominato il “Diamante delle Terre di San Valentino”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here