Home Notizie Covid: dal 7 gennaio l’Italia torna divisa in zone gialle, rosse e...

Covid: dal 7 gennaio l’Italia torna divisa in zone gialle, rosse e arancioni. Ecco le principali novità che si profilano

143
0

Dal 7 gennaio l’Italia tornerà a colorarsi di giallo, rosso e arancione. Scaduto il decreto di Natale, torneranno le restrizioni differenziate da regione a regione a seconda dei parametri e delle fasce disegnate dall’Istituto superiore di Sanità.

Attualmente è previsto che, dopo il decreto Natale (che scadrà il 6 gennaio), le Regioni tornino alla fascia di colore assegnata prima del lockdown natalizio, cioè tutte gialle (tranne l’Abruzzo arancione), ma l’andamento del contagio non rende scontato che sia così.

Il governo deciderà la prossima settimana, a seguito delle verifiche effettuate dagli esperti sul nuovo report dell’Istituto Superiore di Sanità.

A rischiare di tornare in zona rossa o arancione sono soprattutto Veneto, Liguria e Calabria, che secondo l’ultimo report Iss hanno superato il valore 1 di Rt e che potrebbero essere collocate nella lista dei territori sottoposti a maggiori restrizioni.  Poi ci sono anche quelle che potrebbero ritrovarsi in arancione, come Puglia, Basilicata e Lombardia

Intanto la maggiore delle novità del 7 gennaio riguarda il ritorno a scuola.

Le scuole dovrebbero riaprire ovunque con il 50% di presenze massime consentite – almeno fino al 15 gennaio – dopo il lavoro svolto dalle varie prefetture nei tavoli di coordinamento scuola-trasporti.

Gli stadi saranno ancora chiusi, mentre c’è qualche spiraglio per una riapertura degli impianti sciistici il 18 gennaio come da richiesta della Conferenza delle Regioni.

Piscine, palestre, cinema e teatri dovrebbero restare chiusi per ora mentre potrebbero riaprire mostre e musei con entrate contingentate.

Il coprifuoco dovrebbe essere fissato alle  22; nelle sole zone gialle ristoranti e bar potranno servire ai tavoli fino alle ore 18.  

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here